Promuovere l'immagine unitaria dell'offerta turistica nazionale

ITB 2011: L’ ITALIA IN TESTA NELLE PREFERENZE DEI TEDESCHI

Si è svolta a Berlino, la 45ª edizione della ITB, la Fiera di settore più importante nel panorama turistico internazionale, con 180 mila visitatori, oltre 11 mila espositori provenienti da circa 190 Paesi, 7 mila giornalisti accreditati ed un record di volume di affari di circa 6 miliardi di euro per contratti conclusi.

Un must la presenza in Fiera per tutti gli addetti al settore ed un appuntamento atteso con grande interesse da parte del grande pubblico.

Presso lo spazio allestito dell’ ENIT-Agenzia nel Padiglione 1.2, di mq. 1.300 mq, sono state ospitate 13 Regioni italiane (Abruzzo; Basilicata, Campania, Friuli V: Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Piemonte, Puglia, Sardegna e Sicilia ) e numerosi operatori privati iscritti al Club Italia. Il tradizionale incontro con i rappresentanti della stampa internazionale si è svolto il giorno di apertura presso lo stand ENIT, in Piazza Italia con la partecipazione degli Assessori Regionali al Turismo presenti alla manifestazione berlinese.

Sono stati numerosi gli appuntamenti a sostegno della promozione dell’Italia turistica, con conferenze in favore della Regione Lazio, della Regione Campania, della Provincia di Oristano, della Provincia di Siracusa, della Regione Sicilia,  di Roma Capitale.

“La ripresa dell’economia tedesca che prevede un aumento del PIL di circa il 2,2% per l’anno in corso, superiore a quella degli altri Paesi europei - ha avuto una ricaduta positiva anche sulla domanda turistica, come attestano i dati della Banca Centrale tedesca che registrano, nel periodo gennaio-settembre 2010, un trend in leggero aumento della spesa complessiva dei tedeschi in Italia (4,49 miliardi di euro rispetto ai 4,45 miliardi di euro dello stesso periodo dell’anno precedente), commenta il Presidente dell’ ENIT-Agenzia, Matteo Marzotto.”

“L’ ITB rappresenta il banco di prova del trend turistico per il nostro Paese e le previsioni per l’anno in corso sono orientate all’ottimismo – fa sapere il Direttore Generale, Paolo Rubini. Questo perché il nostro Paese offre emozioni interessanti ed uniche ai suoi turisti, ma anche perché negli anni abbiamo costruito un ottimo rapporto con i T.O. e gli agenti di viaggio tedeschi, che intelligentemente ampliano sempre di più i cataloghi dedicati all’Italia, sia aumentando l’offerta delle destinazioni tradizionali, sia recentemente, inserendo anche nuove e stimolanti destinazioni turistiche italiane con anche un interessante rapporto qualità/prezzo.”

Back to top